1
11 settembre 2001 - 11 settembre 2013: IN QUESTO GIORNO DI MEMORIA E DI DOLORE RICORDA COSA HA RESO GRANDE IL POPOLO AMERICANO 1) The Star-Spangled Banner

“The Star-Spangled Banner” (la bandiera adorna di stelle) è l'inno nazionale degli Stati Uniti d'America. Nel 1814, circa sette giorni dopo che la città di Washington era stata data alle fiamme, le truppe britanniche si spostarono verso il porto principale di Baltimora in Maryland. Francis Scott Key, un avvocato trentacinquenne di Georgetown e poeta dilettante, fece visita alla flotta britannica nel porto il 13 settembre per assicurarsi il rilascio del Dott. William Beanes, un famoso medico che aveva curato in modo eccellente soldati di ambo le parti durante la guerra d'indipendenza del 1776 e poi nel conflitto del 1812, catturato durante l’incursione di Washington. I due furono trattenuti a bordo della loro nave e controllati a vista da soldati inglesi, così da non poter mettere in guardia gli Americani mentre la Royal Navy tentava di bombardare Fort McHenry. All’alba del 14, Key notò che la grande bandiera americana issata sul forte (ora esposta nello Smithsonian American History Museum) stava ancora sventolando e non era stata rimossa in segno di sconfitta: l'attacco inglese si era concluso senza successo. La visione lo ispirò a scrivere un poema intitolato “Defense of Fort McHenry”. Il testo diventò poi un canto patriottico sulla musica di “To Anacreon in Heaven”, una popolare canzone del compositore inglese John Stafford Smith. Usato in modo ufficiale prima dalla Marina degli Stati Uniti a partire dal 1889, poi dalla Casa Bianca dal 1912, fu adottato come inno nazionale dal Congresso degli Stati Uniti il 3 marzo 1931.

Oh, say can you see, by the dawn's early light,

What so proudly we hailed at the twilight's last gleaming?

Whose broad stripes and bright stars, through the perilous fight,

O'er the ramparts we watched, were so gallantly streaming?

And the rockets' red glare, the bombs bursting in air,

Gave proof through the night that our flag was still there.

Oh say, does that star-spangled banner yet wave

O'er the land of the free and the home of the brave?

Di', puoi vedere, alle prime luci dell'alba,

ciò che così fieramente salutammo all'ultimo bagliore del crepuscolo?

Le cui larghe strisce e le stelle brillanti, nella battaglia pericolosa,

sui bastioni che sorvegliavamo, sventolavano così gagliardamente?

E il bagliore rosso dei razzi, le bombe che esplodevano in aria,

hanno dato prova durante la notte che la nostra bandiera era ancora là.

Di', sventola ancora quella bandiera adorna di stelle

sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi?

On the shore dimly seen through the mists of the deep,

Where the foe's haughty host in dread silence reposes,

What is that which the breeze, o'er the towering steep,

As it fitfully blows, half conceals, half discloses?

Now it catches the gleam of the morning's first beam,

In full glory reflected now shines in the stream:

'Tis the star-spangled banner! O long may it wave

O'er the land of the free and the home of the brave.

Sulla costa a stento visibile fra le nebbie del mare,

dove l’arrogante armata del nemico riposa in timoroso silenzio,

cos’è quella cosa che la brezza, sul crinale torreggiante,

quando soffia a tratti, per metà mostra, per metà nasconde?

Ora essa coglie il barlume del primo raggio del mattino,

riflessa in piena gloria ora splende nella corrente:

È la bandiera adorna di stelle! Che possa sventolare a lungo

sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi.

And where is that band who so vauntingly swore

That the havoc of war and the battle's confusion

A home and a country should leave us no more?

Their blood has washed out their foul footsteps' pollution.

No refuge could save the hireling and slave

From the terror of flight, or the gloom of the grave:

And the star-spangled banner in triumph doth wave

O'er the land of the free and the home of the brave.

E dov'è quella banda che così vanagloriosamente giurò

che la devastazione della guerra e la confusione della battaglia

ci avrebbero lasciato senza più casa e nazione?

Il loro sangue ha lavato via la contaminazione delle loro fetide impronte.

Nessun rifugio poté salvare il mercenario e lo schiavo

dal terrore della fuga, o dalle tenebre della morte:

e la bandiera adorna di stelle sventola in trionfo

sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi.

Oh! thus be it ever when freemen shall stand

Between their loved homes and the war's desolation!

Blest with vict'ry and peace, may the Heaven-rescued land

Praise the Power that hath made and preserved us a nation.

Then conquer we must, when our cause it is just,

And this be our motto: "In God is our Trust."

And the star-spangled banner in triumph shall wave

O'er the land of the free and the home of the brave!

Oh! Così sia sempre quando uomini liberi si porranno

tra le loro amate case e la desolazione della guerra!

Possa la nazione liberata dal Cielo, benedetta con la vittoria e la pace,

glorificare l'Onnipotente che ci ha creato e protetto come una nazione.

Perciò dobbiamo prevalere, quando la nostra causa è giusta,

e questo sia il nostro motto: "La nostra fiducia è in Dio".

E la bandiera adorna di stelle sventolerà in trionfo

sulla terra dei liberi e la patria dei coraggiosi!

 

Indietro

Condividi questo articolo
Facebook! Twitter! Google! Segnala su OK Notizie Digg! Live! Yahoo!