Russia blocca rapporto Onu su armi vendute da Iran

Reuters 13/5/2011

NAZIONI UNITE (Reuters) - La Russia sta tentando di bloccare un rapporto delle Nazioni Unite in cui si dice che l'Iran sta violando un embargo sugli armamenti consegnando armi alla Siria. Lo riferiscono diplomatici occidentali.

"La Russia si è opposta alla pubblicazione del rapporto come documento ufficiale del Consiglio di Sicurezza", ha detto a Reuters un diplomatico dell'organismo chiedendo di restare anonimo. Diversi altri diplomatici hanno confermato la notizia.

"E' chiaramente un tentativo di proteggere (il presidente siriano) Bashar al-Assad", sempre più sotto pressione a livello internazionale per la repressione violenta delle proteste nel suo Paese.

Il rapporto confidenziale, ottenuto da Reuters, dice che la maggior parte delle violazioni dell'embargo da parte dell'Iran riguardano vendite di armi alla Siria, destinate secondo i diplomatici occidentali a militanti libanesi e palestinesi.

Il rapporto del cosiddetto Panel of Experts del Consiglio di Sicurezza Onu, una nuova commissione incaricata di verificare l'applicazione delle sanzioni imposte dalle Nazioni Unite all'Iran per essersi rifiutato di sospendere il programma di arricchimento dell'uranio, dice anche che Teheran continua a sfidare le sanzioni sviluppando il programma nucleare.

I diplomatici dicono che la Russia ha avanzato una giustificazione di natura procedurale per bloccare il rapporto, e cioè che prima di essere reso pubblico dovrebbe essere discusso dalla commissione del Consiglio di Sicurezza che si occupa delle sanzioni all'Iran.

 

Indietro