1
Proteste per Caldarola e Ranieri «Esclusi perché vicini a Israele»

Da "Appuntamento a Gerusalemme"

Corriere della Sera 5 marzo 2008

ROMA - «Siamo indignati e delusissimi, temiamo che tornino nella sinistra i pregiudizi su Israele». Così le due portavoce di "Appuntamento a Gerusalemme", Anita Friedman e Anna Borioni, protestano per l'esclusione dalle liste del Pd di Peppino Caldarola e Umberto Ranieri. «Soprattutto Caldarola, che è presidente dell'associazione interparlamentare amici di Israele e non ha raggiunto i tre mandati - spiegano -, non è stato candidato perché D'Alema gli fa pagare cara la riflessione critica sui rapporti tra sinistra e Israele. Anche Ranieri si è molto esposto, e viene sostituito da gente insignificante».