Morire per Taiwan? Sì!

 

 

(20/09/2021) Nel 1931, quando il Giappone invase la Cina con il pretesto dei  capitali investiti nella costruzione della ferrovia mancese, i pacifisti occidentali dissero che non valeva la pena morire per la Manciuria, perché in fondo si trattava solo di Cinesi; poi nel 1939, quando la Germania invase la Polonia con il pretesto di proteggere la comunità di lingua tedesca residente a Danzica, i pacifisti occidentali dissero che non valeva la pena morire per Danzica; ma poi la Germania invase la Francia, il Giappone invase le Filippine, l'Indocina, Singapore, l'Indonesia, la Birmania, arrivò a un passo dall'India, distrusse la flotta statunitense a Pearl Harbor, e allora gli Stati Uniti d'America capirono che, se non avessero inviato i loro soldati a morire sulle spiagge di Guadalcanal e della Normandia, l'impero tedesco si sarebbe esteso su tutto l'Oceano Atlantico, fino alle spiagge di Long Island, e l'impero giapponese si sarebbe esteso su tutto l'Oceano Pacifico, fino alle spiagge della California.

Da allora, gli Stati Uniti d'America hanno compreso che i regimi totalitari sono mostri insaziabili e pazienti: per quante vittime gettiate nelle loro fauci, per quante bastonate diate loro sulla testa, essi non si saziano mai, non si fermano mai, finché non abbiano divorato il mondo intero, oppure finché non li uccidete.

La Germania ha tentato una prima volta di mangiarsi l'intera Europa nel 1914 sotto la guida del Kaiser Guglielmo II, è stata bastonata ma non è stata uccisa, così nel 1939 ci ha riprovato più forte di prima sotto la guida di Hitler, e quella volta per fermarla è stato necessario spianare tutte le sue città con bombardamenti a tappeto, sbarcare in Normandia e combattere casa per casa, palmo di terra per palmo di terra per 4 lunghi anni. Il Giappone alla sua prima prova espansionistica si è mangiato mezza Asia, e per fermarlo è stato necessario usare non una, ma ben due bombe atomiche.

La Russia ha tentato per 500 anni di raggiungere i "mari caldi" e conquistare l'Eurasia sotto la guida di una banda di cleptocrati guidati dagli zar che si arricchivano sulla pelle del popolo, poi dal 1917 al 1989 si è mangiata mezza Europa e mezza Asia sotto la guida di un'altra banda di cleptocrati comunisti, poi dal 1989 al 2000 è stata governata da una terza banda di cleptocrati guidati da Boris Eltsin i quali credevano fosse più prudente professarsi filooccidentali per conservare le ricchezze ingiustamente predate, e adesso è governata da una quarta banda di cleptocrati guidati da Vladimir Putin i quali ritengono che il vento sia cambiato e sia più redditizio predare col pretesto di difendere la "russità"; ma la Russia continua sempre a essere un regime totalitario, governato da cleptocrati, che vuole conquistare tutta l'Eurasia.

La Cina, dopo essere stata chiusa al mondo esterno e al progresso per duemila anni e aver venduto il suo oro, le sue sete e le sue spezie all'Occidente a caro prezzo per duemila anni, adesso vuol continuare a essere chiusa al mondo esterno e al progresso e a vendere all'Occidente le sue terre rare e le sue tecnologie "verdi" a caro prezzo, ma nel frattempo vuole anche mangiarsi Taiwan col pretesto che essa sia "storicamente cinese".

Quanto all'Islam, da 1.400 anni esso tenta di conquistare il mondo intero con le armi in pugno col pretesto di diffondere la fede nel falso dio Allah e nel falso profeta Maometto, e adesso l'Iran è prossimo a dotarsi della bomba atomica e ha già missili di fabbricazione russa, cinese e nordcoreana per lanciarla fino a Roma e Berlino.

Gli Stati Uniti d'America sanno bene che, se lasceranno che la Russia si mangi mezza Ucraina oggi col pretesto che l'Ucraina è "la terra di origine della cultura e della religione russa", fra cinque anni la Russia si mangerà anche le repubbliche baltiche col pretesto che quei territori cono "storicamente russi" e abitati da comunità di lingua russa , poi si mangerà Polonia-Romania-Bulgaria-Cekia Slovacchia e Ungheria col pretesto che esse sono state parte per 70 anni della sfera d'influenza russa; e a quel punto, quando l'Europa dell'Est sarà coperta di basi missilistiche e i carri armati russi saranno schierati sull'Oder-Neisse e sulla frontiera di Gorizia, francesi, tedeschi e italiani si prostreranno al cleptocrate di turno del Cremlino come i loro bisnonni si prostrarono a Hitler e Mussolini, e come i loro nonni si sarebbero prostrati a Stalin se gli Stati Uniti d’America non li avessero protetti per settanta lunghi anni malgrado la loro ingratitudine (si prostrerebbero già oggi, se una cattiva coscienza non li trattenesse).

Gli Stati Uniti d'America sanno bene che, se lasceranno che la Cina si mangi Taiwan nel 2030, nel 2040 essa si mangerà anche il Giappone, le Filippine, tutto il Sud-est asiatico fino all'Australia, imporrà il suo dominio su tutto il Pacifico, e minaccerà le spiagge della California come fece il Giappone nel 1941.

Gli Stati Uniti d'America sanno bene che, se lasceranno che l'Iran distrugga lo Stato di Israele col pretesto che si tratta di "terra islamica", gli stessi missili e le stesse bombe atomiche con le quali saranno distrutte Tel Aviv saranno puntati su Roma, Berlino, Parigi e Londra per costringere l'Europa a sottomettersi al falso dio Allah e al falso profeta Maometto, e poi missili ancora più potenti saranno puntati su New York e Washington per sottomettere all’Islam anche l’America.

Per questo gli Stati Uniti d’America sanno bene che sì, vale la pena oggi morire per Kiev, per Taiwan e per Tel Aviv. E per questo ancora una volta vinceranno.

 

 

Sigillum Triplex

Advenit Novus Ordo Seclorum

Annuit Coeptis

 

*****************************************************************************

HOME Chi siamo Come diventare mondialisti
   
Manifesto Partito Mondialista Manifesto.pdf 
   
Editoriali Mediaworld Links
   
  Scrivici 

 

Indietro