lost in action

 

 

(2/2/2013) Il 21 gennaio 2013, alle 9.30 ora locale, un commando del Partito Mondialista si Ŕ introdotto segretamente nella centrale nucleare iraniana di Fordo, nei pressi della cittÓ di Qom. Il commando, composto da 4 persone, era guidato dal capo dei nostri agenti esecutivi in Iran, nome in codice Ester Firuze; gli altri 3 componenti del commando erano Ernst Gottlieb, Franšois LÚvy e Mordechai Reza. Scopo della loro missione era sabotare il programma nucleare militare dell'Iran, distruggendo un impianto ad alta tecnologia collocato nella centrale destinato alla produzione di sincronizzatori (necessari affinchÚ la detonazione degli esplosivi convenzionali all'interno di una bomba termonucleare avvenga in modo controllato al fine di unire i vari frammenti di uranio arricchito, formare la massa critica e avviare la reazione a catena) e danneggiare il maggior numero possibile delle 2.784 centrifughe utilizzate per l'arricchimento dell'uranio.

Dopo essersi introdotto nella centrale - situata in un profondo bunker sotterraneo scavato nelle viscere di una montagna - e aver neutralizzato due guardie, il commando ha raggiunto la sala ove era collocato l'impianto di produzione dei sincronizzatori, e l'agente Ester in persona ha posizionato l'esplosivo e regolato il timer per esplodere alle 11.30 ora locale. Mentre giÓ si accingevano ad uscire dalla centrale, i nostri quattro agenti sono stati scoperti da un gruppo di venti pasdaran; dal nostro quartier generale abbiamo assistito impotenti, attraverso le microtelecamere e i microfoni indossati dai nostri, all'uccisione immediata di Gottlieb e LÚvy e al ferimento ad un braccio di Reza, il quale veniva catturato insieme a Ester. I due sono stati portati nella stanza adibita alle torture, spogliati e seviziati con coltelli per costringerli a rivelare lo scopo della loro missione; ma entrambi hanno resistito eroicamente, confortandosi a vicenda per pi¨ di un'ora, finchÚ alle 11.30 in punto, come previsto, le bombe da essi posizionate sono esplose distruggendo l'impianto di produzione dei sincronizzatori e gran parte della centrale. Nell'esplosione gli agenti Ester Firuze e Mordechai Reza hanno trovato la morte insieme, secondo le nostre stime, a centinaia di pasdaran e di tecnici che lavoravano nell'impianto. Le autoritÓ iraniane hanno tentato invano di tenere nascosto l'accaduto, ma i danni erano cosý ingenti che hanno dovuto creare un cordone di sicurezza di 30 km intorno alla centrale nucleare e chiudere al traffico la strada statale 7 che attraversa la regione. I corpi di Ester Firuze, Ernst Gottlieb, Franšois LÚvy e Mordechai Reza sono stati recuperati nel pomeriggio da un gruppo di insiders mescolatisi alle squadre di soccorso inviate sul posto per la ricerca dei feriti sotto le macerie, portati con un elicottero nel Beluchistan (regione i cui abitanti lottano da anni per l'indipendenza dall'Iran), trasferiti con un volo segreto su una portaerei statunitense in navigazione nel Golfo Persico, e da lý al nostro quartier generale, dove hanno ricevuto l'estremo omaggio.

L'Associazione Internazionale "New Atlantis for a World Empire" e il Partito Mondialista, suo ramo esecutivo, salutano con affetto, stima e gratitudine l'agente esecutivo Ester Firuze, immolatasi eroicamente con i suoi compagni per rallentare la marcia di morte del regime iraniano verso il possesso dell'arma atomica e il compimento del Secondo Olocausto, e promettono a tutti gli uomini giusti di questa Terra che continueranno senza sosta a lottare, a prezzo della vita, per la realizzazione del Grande Progetto: la creazione di un Impero mondiale federale e liberaldemocratico che abbatta tutti i tiranni laici e teocratici, elimini le vetuste sovranitÓ particolari dei singoli Stati-nazione, istituisca una cittadinanza universale per tutto il genere umano e assicuri ad ogni individuo il rispetto degli immortali e inalienabili diritti alla vita, alla libertÓ e alla ricerca della felicitÓ.

 

Sigillum Triplex

 

A Ester Firuze,

donna coraggiosa ed eroica,

combattente per la libertÓ,

caduta in azione,

pace e vita eterna.

 

annuit coeptis

 

 

*****************************************************************************

 

Indietro