1

Comunicato del Partito Mondialista

sulla cacciata di emma bonino dal ministero degli esteri e sulla nomina del nuovo governo d'italia

 

 

(22/2/2014) Il Partito Mondialista plaude con grandissima soddisfazione alla cacciata dal Ministero degli Esteri della Repubblica Italiana di Emma Bonino.

La Bonino, stolta radicale abortista assassina e mandante dell'assassinio di centinaia di migliaia di esseri umani innocenti, aveva un solo titolo di legittimazione per ricoprire la carica di Ministro degli Esteri d'Italia, l'adesione sempre proclamata ai valori liberali e democratici dell'Occidente; ma ha sprecato questo suo piccolo capitale di credibilità trasformandosi nello zerbino velato degli ayatollah pedofili che opprimono il nobile popolo di Persia, affermando che avrebbe fatto di tutto affinché l'Occidente non mettesse più "le dita negli occhi del regime iraniano", sostenendo la stipulazione di accordi fra imprese italiane e iraniane allo scopo di aggirare le sanzioni imposte dall'Occidente contro il regime pedofilo, misogino, antisemita e antioccidentale di Teheran, appoggiando con la sua diplomatica inerzia il folle progetto del burattinaio Khamenei e della sua marionetta Rohani di ingannare l'Occidente per prendere tempo e completare la costruzione di bombe atomiche da lanciare, con missili balistici intercontinentali realizzati in collaborazione con il regime tirannico della Corea del Nord, su Israele e sulle città d'Europa e d'America. La Bonino non ha mosso un dito per salvare le vite innocenti dei Siriani massacrati dal macellaio Assad con il sostegno degli ayatollah pedofili iraniani, né ha fatto alcunché per impedire a Yanukovich di massacrare il popolo ucraino per compiacere il tiranno cekista Putin. La Bonino non ha fatto nulla affinché i due fucilieri di Marina Latorre e Girone, arrestati per aver compiuto il loro dovere di difendere dai pirati una nave mercantile italiana, fossero liberati dall'India con scuse ufficiali e premiati per il loro onorabile servizio, e così facendo ha delegittimato la lotta dell'intero Occidente contro la pirateria marittima internazionale che semina il terrore nei mari del pianeta e finanzia il terrorismo fondamentalista assassino islamico. Per tutti questi motivi Emma Bonino si è dimostrata indegna di guidare la politica estera di un Paese come l'Italia, culla del Diritto e fronte avanzato nella guerra eurasiatica tra Mondialismo e Antimondialismo, e giustamente è stata rimossa.

Il Partito Mondialista giudicherà il nuovo Ministro degli Esteri italiano, così come tutto il nuovo governo guidato da Matteo Renzi, senza pregiudizi ideologici, unicamente dalle azioni che compirà o non compirà, perché, come dice il nostro Signore Gesù Cristo, il Figlio di Dio, l'albero si giudica dai frutti. Auspichiamo che il nuovo governo riporti l'Italia sulla retta via di una fedeltà attiva ai princìpi e valori della libertà, della democrazia e del rispetto dei diritti dell'uomo - quei princìpi e valori che hanno reso l'Occidente la più grande civiltà della Storia - e di una opposizione aperta e combattiva a tutti quei regimi tirannici, liberticidi e assassini che ancora opprimono miliardi di esseri umani innocenti in tante vaste regioni d'Asia, d'Africa e del Sudamerica.

Per parte sua, il Partito Mondialista continuerà nella sua opera di illuminazione delle menti e dei cuori degli uomini e delle donne del nostro tempo circa la bontà e l'inevitabilità della creazione di un solo Stato o Impero mondiale che abbracci tutto il genere umano, cancellando la vetusta e mortifera discriminazione degli esseri umani tra "cittadini" e "stranieri", e assicurando pace, prosperità, libertà e giustizia per tutti.

  Sigillum Triplex

Advenit novus ordo seclorum

annuit coeptis

 

*****************************************************************************

 

Indietro