1

L’UCRAINA MARCIA VERSO LA LIBERTÀ

 

 

(26/05/2007) Da alcune ore reparti dell’esercito ucraino sono in marcia verso la capitale Kiev. Migliaia di soldati, fedeli al legittimo presidente Viktor Yuschchenko (il quale fu scelto democraticamente dalla stragrande maggioranza del popolo ucraino, in elezioni strappate al despota Kuchma con la pacifica e durissima “rivoluzione arancione”, dopo essere sopravvissuto ad un avvelenamento con diossina ordito dal Kgb), si sono sollevati contro le mire dittatoriali del primo ministro filorusso Yanukovich,  che mira a riportare l’Ucraina sotto il tallone della Russia assecondando il ricatto energetico di Putin, e hanno riposto con entusiasmo alla chiamata del loro legittimo presidente, che ieri ha assunto il controllo delle forze armate.

Le prossime ore saranno decisive per il futuro dell’Ucraina: se la sollevazione dell’esercito verrà repressa con la violenza, questo grande paese tornerà ad essere un suddito dell’orso russo e conoscerà di nuovo miseria, terrore e morte; se invece il popolo si unirà ai suoi ragazzi in divisa sotto la guida del legittimo capo dello Stato Yuschchenko, la minaccia di una nuova tirannide filorussa sarà spezzata e l’Ucraina marcerà ancor più spedita verso l’Occidente. Per parte nostra, l’Associazione Internazionale “New Atlantis for a World Empire” e il suo ramo esecutivo, il Partito Mondialista, appoggiano le legittime aspirazioni del popolo ucraino ad affrancarsi dalla sudditanza a Mosca e a entrare a pieno titolo nell’Alleanza delle Democrazie guidata dagli Stati Uniti d’America, embrione del futuro Impero mondiale. Viva l’Ucraina, abbasso la Russia, abbasso gli Stati-canaglia, viva la libertà!

 

Sigillum Triplex

ANNUIT COEPTIS

 

*****************************************************************************

 

Indietro