1

L’IRAN SI RIBELLA AD AHMADINEJAD

 

 

(27/06/2007) L’Iran è in rivolta contro il razionamento del carburante. Dalla notte scorsa gruppi di giovani hanno dato alle fiamme numerosi distributori di benzina e si sono scontrati con la polizia, gridando slogan contro il folle Ahmadinejad. Secondo l’agenzia di stampa iraniana Irna, tumulti analoghi sono in corso in altre province.

Il regime ha deciso il razionamento perché teme un inasprimento delle sanzioni Onu a causa della volontà di perseguire il suo aberrante programma nucleare, volto a distruggere il popolo ebraico e a cancellare l’odiato Israele dalla carta geografica. Infatti quel che pochi sanno, poiché i media antiamericani e antisemiti si guardan bene dal rivelarlo, è che l’Iran “potenza petrolifera” è un colosso dai piedi d’argilla: è certamente vero che la sua produzione di greggio è al terzo posto nel mondo, ma il paese non possiede impianti di raffinazione ed è obbligato a importare il 40% della benzina che consuma, risultando quindi estremamente vulnerabile a un eventuale embargo da parte di tutto l’Occidente. Embargo che finora l’Onu non ha decretato per la pavidità e gli interessi egoistici della Vecchia Europa (Italia per prima), timorosa di dover fare a meno di un po’ di petrolio per qualche mese, nonché per il veto della Russia del cekista Putin, interessato a non perdere il petrolio iraniano e le lucrose commesse di impianti nucleari e missili balistici.

In quest’ora gravida di futuro, l’Associazione Internazionale “New Atlantis for a World Empire” e il Partito Mondialista si schierano a fianco dei rivoltosi e auspicano che l’intero popolo di Persia, memore della gloria del loro antico re Ciro che liberò gli Ebrei dalla schiavitù e fondò il primo impero multietnico della storia, si sollevi come un sol uomo contro il regime corrotto e ingiusto che da troppi anni lo opprime e scelga finalmente di percorrere la via della libertà, della democrazia e della pace con Israele e con gli Stati Uniti d’America, terra di libertà ed embrione del venturo Impero mondiale.

Sigillum Triplex

annuit coeptis

 

*****************************************************************************

 

Indietro