1
Eye of God

COME DIVENTARE MONDIALISTI

 

Ogni associazione umana si dà una struttura, una organizzazione in vista dello scopo che intende raggiungere: è chiaro a tutti che la struttura organizzativa di una associazione di giocatori di scacchi è diversa da quella di una chiesa, e questa dall'organizzazione di un partito politico. Il fine dell'Associazione Internazionale "New Atlantis for a World Empire" e del suo ramo esecutivo, il Partito Mondialista, è radicalmente diverso da quello dei tradizionali partiti che hanno calcato la scena negli ultimi cento anni. Noi non ambiamo a conquistare il potere in questo o quello Stato, bensì a DIFFONDERE UN'IDEA, UN PROGETTO, quell'Idea e quel Progetto che troverete esposti nel nostro Manifesto fondativo:

l'Idea, nascente dal riconoscimento obiettivo della natura umana e dall'insegnamento della Storia, che ogni individuo umano, in tutti i luoghi e in tutte le epoche, ha il diritto fondamentale e inalienabile a salvaguardare la propria vita, a scegliere liberamente il proprio coniuge, a esercitare la propria libertà e creatività per il sostentamento suo e dei suoi familiari e a godere del frutto del proprio lavoro senza subire discriminazioni di sesso, razza o religione;

e il grande Progetto, che costituisce la coerente deduzione da quella premessa, di rimuovere la fonte prima di tali discriminazioni, la divisione dell'umanità in stati e staterelli a base etno-nazionalistico-religiosa con la conseguente differenziazione degli uomini fra chi è "dentro" e chi è "fuori", fra chi appartiene al mio gruppo, e pertanto merita il mio rispetto, e chi appartiene ad un altro gruppo, e perciò meriterebbe solo diffidenza, disprezzo, ostilità.

Tale rimozione potrà avvenire soltanto quando la più grande democrazia del pianeta, gli Stati Uniti d'America che hanno liberato il mondo dalla tirannide nazifascista e dal totalitarismo comunista, e che ora conducono pressoché in solitudine la guerra contro il terrorismo fondamentalista islamico e gli Stati-canaglia,  prenderanno coscienza della missione storica loro affidata di estendere la loro leadership su tutti i popoli della Terra e di fondare un Impero mondiale che abbatta finalmente ogni frontiera; e quando, contemporaneamente, tutti gli uomini e i popoli della Terra comprenderanno che tale dominio planetario degli Stati Uniti d'America non significherà per essi una dura schiavitù, ma anzi la condizione per porre termine ad ogni rapporto di superiorità-sudditanza tra i popoli, per la costituzione di una Società Aperta Globale nella quale ogni individuo umano potrà sviluppare i propri talenti per il progresso comune.

Data questa finalità del Partito Mondialista, ne segue che esso non ha alcun interesse a distribuire tessere di appartenenza, a raccogliere finanziamenti o a colonizzare le istituzioni. Quel che ci interessa è conquistare le menti e i cuori degli uomini e delle donne, far loro comprendere che il mondialismo è per essi ciò che per il borghese gentiluomo di Molière era il parlare in prosa: un elemento strutturale della loro natura umana, qualcosa che essi, nella loro mente e nel loro cuore, hanno sempre conosciuto e desiderato, ma senza esserne consapevoli. Chi prende coscienza del carattere intrinsecamente mondialista della natura umana, e opera di conseguenza per la creazione di uno Stato universale, il solo degno di individui non rinchiusi nelle loro particolarità di sesso, di etnia, di religione, di individui veramente universali, costui è già mondialista senza alcun bisogno di ricevere da noi una tessera.

 

*****************************************************************************

 

Indietro